Federazione Siciliana Tiro Sportivo
 
     
INDIETRO/BACK    
     
La Premiazione Finale (Foto e classifiche)
     
PROVE ESPLETATE    
     
28 marzo ATS Sicilia - Caltagirone CT Tiro Ex-Ordinanza e Sportivo di precisione (100 mt)
11 aprile Sniper Club -  Pedalino RG Tiro Ex-Ordinanza e Sportivo di precisione (100/200 mt)
25 aprile Etna Shooting Club Sigonella CT  Tiro Ex-Ordinanza e Sportivo di precisione (100/150 mt)
16 maggio  Sport Gun Scicli RG Tiro Ex-Ordinanza (60/80 mt)
30 maggio Ass. Dragoni Sputafuoco Misilmeri PA Tiro Ex-Ordinanza (50/70 mt)
13 giugno ATS Sicilia - Caltagirone CT Tiro Ex-Ordinanza e Sportivo di precisione ( 100 mt)
27 giugno Sport Gun Scicli RG Tiro Ex-Ordinanza (60/80 mt)
11 luglio Etna Shooting Club Sigonella CT  Tiro Ex-Ordinanza e Sportivo di precisione (100/150 mt)
17 luglio (NOTTURNA) Sniper Club -  Pedalino RG Tiro Ex-Ordinanza e Sportivo di precisione ( 100/200 mt)
31 luglio (NOTTURNA) ATS Sicilia - Caltagirone CT Tiro Ex-Ordinanza e Sportivo di precisione (100 mt)
29 agosto Etna Shooting Club Sigonella CT  Tiro Ex-Ordinanza e Sportivo di precisione (100/150 mt)
12 settembre Ass. Dragoni Sputafuoco Misilmeri PA Tiro Ex-Ordinanza (50/70 mt)
26 settembre Sniper Club -  Pedalino RG Tiro Ex-Ordinanza e Sportivo di precisione ( 100/200 mt)
     
CLASSIFICHE GENERALI FINALI  

 

 

R E G O L A M E N T O

 

Sono ammessi tutti i cacciatori e tiratori muniti di idoneo porto d’armi in corso di validità e di assicurazione. E’ esclusa ogni deroga a tale regola. Ciascun partecipante nel sottoscrivere l’iscrizione a una gara del campionato si assume ogni responsabilità conseguente alla partecipazione alla gara e alla prova di tiro, e per ciò solo sottoscrive l’adesione al Regolamento Federale al regolamento del poligono, dei quali si impegna a prendere visione. In caso di contrasto tra il regolamento del poligono ed il Regolamento Federale prevarrà questo ultimo.

Norme comuni di partecipazione

* I concorrenti dovranno effettuare la gara muniti di efficace e omologata protezione 
acustica e di occhiali di protezione.

* Ai fini di consentire a tutti una partecipazione sportiva all'evento è sempre vietato l'uso di giacche e guanti da tiro, oculari o occhiali con lenti con diaframma o lenti copri-occhio o lenti con filtri. E’ altresì vietato l’uso di schermi laterali, anche se attaccati al cappello o al berretto o agli occhiali o alla cuffia o a fascia frontale. Non possono essere utilizzati calcioli addizionali e poggiaguancia aggiuntivi.

* L’arma non potrà in alcun modo essere coperta o mascherata e dovrà essere sempre ispezionabile in ogni sua parte e in ogni momento dal direttore di gara.

* I tiratori di ciascuna categoria sono tenuti a mettere a disposizione la carabina utilizzata per la gara ogni volta un membro della Commissione Federale o il Direttore di Tiro la richieda per un controllo di conformità.

* Nessuno, eccetto il Direttore di tiro e i commissari di gara, sarà ammesso oltre il limite degli spettatori. Nessuno, eccetto il Direttore di tiro, può parlare ai tiratori. Il pubblico deve rimanere in silenzio durante il tiro.

* I cannocchiali sono permessi per verificare il tiro da parte dei tiratori, non è ammessa alcuna forma di assistenza da parte di terze persone.

* I tiratori che nel corso della gara violeranno il regolamento o che terranno un comportamento pericoloso per l'incolumità altrui, saranno  corrispondentemente penalizzati (ved. apposito paragrafo).

* Durante le gare i tiratori dovranno seguire scrupolosamente le istruzioni del Direttore di tiro.

* Il Regolamento Federale costituisce lex specialis di tutte le gare e non fa riferimento a nessun altro regolamento: i partecipanti, all'atto dell'iscrizione, ne accettano i termini e si impegnano a rispettarlo. Eventuali controversie saranno valutate dalla Commissione Federale e da questa risolte. Le decisioni della Commissione Federale saranno inappellabili.

* Il controllo delle armi sarà effettuato sistematicamente all’atto dell’iscrizione. Sui primi tre classificati di ogni categoria e nel caso in cui l'identificazione dell'arma o la sua corrispondenza alla categoria d’iscrizione generi dei dubbi, saranno possibili ulteriori verifiche. Nel caso di armi ex-ordinanza è sempre onere del tiratore dimostrarne l'eventuale adozione della stessa da parte di reparti militari o paramilitari, esibendo la relativa documentazione (manuali, libri, riviste del settore, dichiarazione del costruttore o importatore, ecc.).

* L'arma può essere temporaneamente affidata ad altro tiratore affinché egli la usi in gara, a condizione che l’effettivo proprietario non si allontani dal poligono durante l’utilizzo della medesima, e che essa non venga impiegata in turni di tiro consecutivi.

* Il colpo si intende effettivamente sparato solo le l'ogiva è stata espulsa dal vivo di volata.

* Turni e postazioni di tiro saranno stabiliti dalla direzione di tiro e non possono essere cambiati. I tiratori mancini dovranno segnalare tale loro condizione alla direzione di tiro all’atto dell’iscrizione.

* I partecipanti dovranno tenere  le armi sulla postazione scariche e a otturatore aperto fino al segnale di inizio prova dato dal Direttore di Tiro.

* Il tiratore che avrà ultimato la propria prova dovrà appoggiare l’arma con la volata sempre in direzione della zona bersagli e l’otturatore aperto, astenendosi da ulteriori operazioni. Dovrà attendere il segnale di fine prova dato dal direttore di tiro senza abbandonare la propria postazione e non dovrà compiere atti che possano recare disturbo agli altri tiratori.

* Durante  ciascuna sessione di gara, qualsiasi problema o malfunzionamento o segnalazione potrà essere fatta al direttore di tiro, richiamandone l'attenzione sollevando un braccio. Il direttore di tiro, ove lo ritenesse necessario, potrà sospendere la sessione di tiro che verrà ripresa non appena ritenuto opportuno, ricalcolando il tempo residuo della sessione e notiziandone i tiratori.

* Per nessuna ragione è ammessa la sostituzione di un'arma dopo l'inizio della sessione di tiro.

* E' assolutamente proibito fumare sulle linee di tiro

* E’ dovere del tiratore che spara nel bersaglio di altro tiratore (cross-fire) dare immediata comunicazione al Direttore di Tiro e quindi sparare i colpi mancanti nel proprio bersaglio. Un tiratore che colpisce il bersaglio di altro tiratore e non avverte il direttore di tiro non viene squalificato se il numero di colpi richiesto viene dalla somma dei colpi nel proprio bersaglio sommati a quello del bersaglio sbagliato, in quanto si ritiene che abbia inavvertitamente compiuto il tiro incrociato, ma viene comunque penalizzato come descritto al punto 1. del paragrafo "penalità per tiro incrociato". I colpi nel bersaglio sbagliato verranno trasferiti in quello giusto e verranno calcolati come sparati in quella posizione. Il tiratore che riceve un colpo estraneo sul proprio bersaglio è tenuto ad avvertire il Direttore di Tiro. Nel caso che il cross fire venga ravvisato dal Direttore di Tiro o da chi sostituisce i bersagli, tutti i bersagli devono restare al loro posto. Sarà compito della Direzione di Gara valutare il caso prima di riprendere qualunque attività.

 

MUNIZIONI: saranno ammesse le munizioni ricaricate ed utilizzate personalmente dai singoli tiratori, con assunzione di responsabilità inerente alla propria ed altrui incolumità personale, degli eventuali danni causati alla struttura e comunque tutto ciò inerente alla  responsabilità civile e penale per comportamenti colposi e/o dolosi causati dall’imprudenza o imperizia (autocertificazione allegata). Per coloro invece che intendessero utilizzare munizionamento originale, su richiesta ed alla conclusione  della manifestazione, sarà possibile richiedere alla segreteria del poligono ospitante la gara documentazione relativa allo scarico ufficiale del munizionamento.

DOCUMENTI : i  partecipanti dovranno essere muniti  di porto d’armi  uso caccia in corso di validità  ivi  compresa la polizza assicurativa, o di porto d’armi uso tiro a volo e/o difesa personale, entrambi in corso di validità con l’iscrizione per l’anno in corso ad un poligono autorizzato e comunque muniti di assicurazione personale (vedi autocertificazione).

RESPONSABILITÀ MEDICHE: Ogni concorrente gareggerà consapevole del proprio stato fisico e del proprio livello di allenamento: non sono previsti esami medici prima dell’inizio della gara. Il direttore di tiro ha la facoltà insindacabile di fermare un concorrente quando, per ragioni di sicurezza, lo reputi non idoneo al prosieguo della gara.

CONDIZIONI ATMOSFERICHE: La competizione si svolgerà in qualsiasi condizione di tempo. La commissione federale potrà sospendere la gara in caso di condizioni di tempo particolarmente avverso, qualora questo pregiudichi la sicurezza dei tiratori.

DIREZIONE DI GARA: La Commissione federale incaricherà propri Direttori per la direzione di gara. La Commissione, se necessario, si riserva il diritto di modificare i termini della la gara, di prolungarne o abbreviarne lo svolgimento e di concedere deroghe alla tabella oraria programmata. I concorrenti sono tenuti a seguire le indicazioni date dalla direzione di gara e dal giudice di tiro.

DOPING: E' vietato ai tiratori partecipanti l'uso di tutte le sostanze e  metodi proibiti nell'attività sportiva dalla World Anti-Doping Agency  (WADA) e dal CONI, in quanto Organizzazione antidoping nazionale (NADO)  riconosciuta da WADA (http://www.coni.it/index.php?id=34), con  particolare riferimento alle sostanze proibite nelle discipline del tiro  sportivo. Sui primi tre classificati di ogni categoria la Commissione federale potrà disporre i relativi controlli non invasivi. Il rifiuto a sottoporsi a tali controlli comporterà l'immediata e inappellabile squalifica dal Campionato del tiratore interessato. Il tiratore che risulterà positivo ai controlli antidoping sarà immediatamente e inappellabilmente squalificato dalla gara, e tutti i punteggi ottenuti anche nelle altre gare del Campionato saranno annullati. Il tiratore così squalificato potrà iscriversi alle gare ancora da disputarsi del Campionato, ma in occasione di ogni competizione egli dovrà sottoporsi, a proprie spese, agli opportuni controlli antidoping.

PENALIZZAZIONI E SQUALIFICHE: il Direttore di Tiro, il personale addetto alla sorveglianza, ciascun partecipante (questi con reclamo scritto di cui all’apposito paragrafo) potranno segnalare ogni comportamento che danneggi la prestazione di altro concorrente o il normale svolgimento della gara o che violi il presente regolamento o le istruzioni della direzione di gara. La Commissione federale, sentite le parti, deciderà sulla eventuale penalizzazione del concorrente. La Commissione potrà, in relazione alla entità del comportamento irregolare o pericoloso, decidere:

-         L’ annullamento della singola prova di gara, consentendo al tiratore eventuale reiscrizione in rientro (comportamento irregolare);

-         la sottrazione di punti (da 1 a 5) dal miglior punteggio ottenuto a fine giornata di gara con ricalcolo conseguente della posizione in classifica (danneggiamento prestazioni altrui);

-         l’espulsione dalla classifica (violazione lieve delle norme di sicurezza). Il concorrente espulso non ha diritto al rimborso della quota di iscrizione;

-         squalifica da ogni categoria di gara in disputa ed allontanamento dal campo di gara (comportamento pericoloso nel maneggio delle armi; maneggio delle armi al di fuori della zona di sicurezza; reiterate infrazioni alle norme di sicurezza). Al concorrente squalificato viene cancellato il punteggio da ogni classifica e non ha diritto al rimborso della quota di iscrizione. 

-  Penalità per tiro incrociato:

1. Al punteggio della rosata del tiratore che avrà per errore compiuto un cross-fire verrà sottratto mezzo punto (cioè punti 0,5) per ogni colpo sparato fuori dal proprio bersaglio;

2. Il tiratore che ha compiuto il cross-fire senza notificarlo al direttore di tiro, il quale ha un numero di colpi superiore a quello richiesto (somma dei suoi più quelli del bersaglio errato) sarà squalificato dalla prova per aver tentato di occultare l’errore.

- Squalifica dalla gara per doping. Il tiratore che risulterà positivo ai controlli antidoping sarà immediatamente e inappellabilmente squalificato dall'ultima gara, e tutti i punteggi ottenuti anche nelle altre gare del Campionato saranno annullati. Il tiratore così squalificato potrà iscriversi alle gare ancora da disputarsi, ma in occasione di ogni competizione egli dovrà sottoporsi, a proprie spese, agli opportuni controlli antidoping.

- Squalifica dal Campionato (doping). Al tiratore squalificato dal Campionato verranno cancellati tutti i punteggi ottenuti in tutte le gare svolte, e non gli sarà permesso iscriversi ad alcuna gara ancora da disputarsi.

RICORSI: I ricorsi dovranno essere presentati per iscritto alla Commissione federale dietro pagamento di una cauzione di euro 20, che verrà restituita unicamente in caso di accoglimento del ricorso. L’esame dei ricorsi sarà espletato entro il giorno stesso della gara. Le contestazioni saranno esaminate dalla Commissione al termine della gara e prima delle fasi di premiazione.

 

Categorie di gara

EX –ORDINANZA

Sono ammessi tutti i fucili tipo ordinanza di ideazione anteriore al 1960 nella configurazione in cui sono stati adottati da un esercito regolare nazionale o da forze di polizia. Devono essere di progettazione anteriore al 1960. Sono ammesse armi di realizzazione più recente solo se derivate da armi di concezione antecedente al 1960. Devono essere completi di ogni loro parte e avere il calibro conforme a quanto previsto dal Catalogo nazionale italiano. 

Devono essere conformi all'originale in ogni loro parte compreso il calibro e, dove ammessa, l'ottica originale o replica dell’originale (con un massimo di 6,5 ingrandimenti) e i relativi attacchi.

Sono ammesse: la sostituzione o l'intubatura della canna purché identica nel calibro, nel materiale e nelle dimensioni a quella originale; la sostituzione del calcio purché identico nella forma, nel materiale e nelle dimensioni a quello originale; l'accuratizzazione dello scatto che deve essere costituito da parti originali e deve avere un carico di trazione minimo di 1.300 grammi; la trasformazione da full-auto in semiauto.

Tale disciplina sarà suddivisa in due categorie:

Ex-Ordinanza Mire Metalliche: fucili ex ordinanza con mire metalliche o tattiche (esclusa qualsiasi mira ottica)

Per questa categoria rimane escluso l’utilizzo di lenti, puntamenti ottici ad ingrandimento, punti luminosi elettronici e/o elettrici, red-dot, ed in ogni caso sono escluse mire non conformi a quelle originariamente montate sull’arma d’ordinanza. 

Ex-Ordinanza Sniper: fucili ex ordinanza nati per il tiro di precisione o sniper con diottra a regolazione micrometrica o ottica (max 6,5 ingrandimenti)

Per la categoria sniper sono espressamente vietate prolunghe paraluce anteriori sull'ottica, bindelle, calcioli e guanciali se non pertinenti all'arma originale.

All’atto dell’iscrizione sarà effettuato il controllo di conformità delle armi alla categoria scelta.

TIRO SPORTIVO DI PRECISIONE (categoria unica)
Sono ammesse tutte le armi a canna rigata a percussione centrale esclusivamente in calibro consentito dalle leggi venatorie vigenti (art.13, comma 1 L.157/92). Nessuna limitazione di peso o di ottica. L’uso dello stecher è permesso. Possono essere dotate di spegnifiamma o freno di bocca. E’ espressamente escluso l'uso di calibri PPC, di calibri BR e di calibri 30 Short.

Tipologie di gara:

All Diurna: avrà svolgimento nella intera giornata di domenica e riguarderà tutte le 3 categorie. Si sparerà in appoggio anteriore su sacchetti forniti dal poligono, su bersagli posti a mt. 100 o 150 o 200 in relazione al campo di gara ospitante.

Ex-O Diurna: avrà svolgimento nella intera giornata di domenica e riguarderà solo le categorie “ex-ordinanza”. Si sparerà con arma imbracciata in posizione in piedi ed in ginocchio su più bersagli posti da mt. 50 a mt 80 in relazione al campo di gara ospitante.

All Notturna:  si svolgerà in notturna con inizio alla sera del sabato e fine prima dell’alba della domenica, e riguarderà tutte le 3 categorie. Si sparerà in appoggio anteriore su sacchetti forniti dal poligono, su bersagli posti a mt. 100 appositamente illuminati da fari.

Ex-O Notturna: si svolgerà in notturna con inizio alla sera del sabato e fine prima dell’alba della domenica e riguarderà solo le categorie “ex-ordinanza”. Si sparerà con arma imbracciata in posizione in piedi ed in ginocchio su più bersagli posti da mt. 50 a mt 70 in relazione al campo di gara ospitante.

Bersagli e numero di colpi :

 

Bersaglio Ex-ordinanza (cliccare sulla miniatura per ingrandire) su foglio 50x70

Bersaglio Sport 100 metri diurno (cliccare sulla miniatura per ingrandire) su foglio 50x70

Bersaglio Sport 150/200 metri diurno e 100 metri notturno (cliccare sulla miniatura per ingrandire) su foglio 50x70

Nelle categorie Ex Ordinanza: si sparano 12 colpi di cui saranno conteggiati i migliori 10

Per le gare Ex-Ordinanza di tipologia All Diurna i bersagli (“bersaglio ex-ordinanza”) saranno posti a 100 mt e si sparerà da seduti. è consentito l'appoggio della parte anteriore del fucile (asta) su un appoggio fornito dal poligono. Non è consentito, invece, alcun tipo di appoggio rigido nella parte posteriore del calcio.

Per le gare di tipologia Ex-O Diurna ed Ex-O Notturna i bersagli (“stile mod. 4”) saranno posti su due sagome: una prevista a circa 50 mt  e l’altra tra 60 e 80 mt. Dovranno essere sparati 6 colpi dalla posizione in piedi (il tiratore sarà in posizione eretta senza nessun appoggio; è ammesso l’ausilio della bretella purché originale o replica dell'originale) e 6 da quella in ginocchio (come da successiva illustrazione: con arma imbracciata, un ginocchio a terra allineato con il tallone del piede avanzato, gomito chiuso sul ginocchio; è ammesso sedersi sul tallone del piede arretrato; è ammesso l’ausilio della bretella purché originale o replica dell'originale).  Tutti i colpi saranno effettuati dalla stessa postazione. I direttori di tiro verificheranno l'esatto numero di colpi sparati contrassegnandoli nella scheda di tiro.

Dei 6 colpi sparati in ciascuna delle due sagome  verranno conteggiati i 5 migliori per sagoma. In caso di tiri su uno stesso bersaglio oltre i 6 consentiti, verranno conteggiati i peggiori 6 e, tra questi, saranno conteggiati i migliori 5. Eventuali colpi mancanti ad uno dei bersagli non potranno essere compensati da quelli sparati nell’altro bersaglio, in quanto inderogabile il numero massimo di 5 colpi validi per bersaglio.

Nella categoria Tiro Sportivo di Precisione, si spara su bersaglio tipo “Sport 100 metri diurno” nelle gare con distanza pari a 100 mt. e su bersaglio tipo “Sport 150/200mt” nelle gare in cui la distanza di tiro sarà 150 o 200 mt  e nelle gare notturne a 100 mt

Si sparano due colpi per  barilotto numerato da 1 a 5 del bersaglio con tiri a piacere di prova sul sesto barilotto. Per il punteggio di gara si sommano i punteggi dei dieci colpi sui cinque barilotti di gara. A parità di punteggio si intenderà migliore il punteggio effettuato nella prima prova di gara rispetto a quella effettuata nei rientri; in caso di  nuova parità si conteranno le mouches ed in caso di ulteriore parità si calcoleranno le minori distanze dal centro di ciascun tiro. In caso di tiri su uno stesso barilotto oltre i consentiti, verranno conteggiati i peggiori due.

Si spara da seduti; è consentito l'appoggio della parte anteriore del fucile (asta) su un appoggio fornito dal poligono. Se l’arma ne è fornita, è consentito l'impiego del bipiede. Non è consentito, invece, alcun tipo di appoggio rigido nella parte posteriore del calcio.

 

TEMPO A DISPOSIZIONE :

10 minuti a prova, tiri di prova compresi.

 PROGRAMMA E ORARI

Gare diurne:

8,30    9,20   = Prove libere (solo su prenotazione e per un tempo massimo di 10 minuti a tiratore)

9,30    13,00 = Gara

13,00 – 14,30 = Pausa pranzo (sarà possibile pranzare sul posto con prenotazione)

14,30 – 15,00 = Prove libere (solo su prenotazione e per un tempo massimo di 10 minuti a tiratore)

15,00 – 18,00 = Gara

18,15              = Premiazione  

Gare notturne:

19,30  20,40   = Prove libere (solo su prenotazione e per un tempo massimo di 10 minuti a tiratore)

21,00   24,00 = Gara

24,00 –   1,00 = Pausa ristoro (sarà possibile cenare sul posto con prenotazione)

1,00   –   3,00 = Gara (fino a conclusione dei turni di tiro)

3,30                = Premiazione  

 

ISCRIZIONI:

Iscritti alla FSTS: € 10,00 per categoria, € 10.00 per rientro

Non Iscritti alla FSTS: € 15,00 per categoria, € 12.00 per rientro

La quota annuale di iscrizione alla FSTS è fissata, per il 2010, in Euro 20,00. Ci si potrà iscrivere anche in sede di disputa delle gare

Possono essere effettuati rientri dallo stesso tiratore purché l’iscrizione avvenga entro le ore 16,30 per le gare diurne e entro le ore 1,00 per le gare notturne.

Parte del ricavato del Trofeo verrà donato alla Fondazione I.O.M. che ha sede presso l’Istituto Oncologico Mediterraneo di Viagrande. Sarà possibile contribuire anche individualmente con donazioni aggiuntive. Quanto raccolto verrà consegnato alla Fondazione IOM durante la premiazione finale

IL FANGOTTINO-RICORDO DEL CAMPIONATO 2010 PER SOSTENERE LA NOSTRA RACCOLTA IN FAVORE DELLA RICERCA SCIENTIFICA SUL CANCRO E LE CELLULE STAMINALI DELLA FONDAZIONE  I.O.M.  (ISTITUTO ONCOLOGICO DEL MEDITERRANEO)

PREMI

Per ciascuna gara saranno premiati con coppe i primi 5 classificati in ciascuna categoria.  Tra gli atleti non premiati saranno estratti premi offerti dagli sponsor.

CAMPIONATO REGIONALE

Possono partecipare tutti  i tiratori che siano iscritti alla F.S.T.S. per l'anno in corso. La quota annuale di iscrizione alla Federazione annuale è fissata, per il 2010, in Euro 20,00. Ci si potrà iscrivere anche in sede di disputa delle gare

Attribuzione punteggi valido ai fini del Campionato

Ai primi 10 classificati di ciascuna categoria verrà attribuito un punteggio, in relazione alla posizione in graduatoria, come da tabella qui riportata:

Al primo classificato di categoria spetteranno:

punti 25

Al secondo classificato di categoria spetteranno:

punti 20

Al terzo classificato di categoria spetteranno:

punti 15

Al quarto classificato di categoria spetteranno:

punti 12

Al quinto classificato di categoria spetteranno:

punti 10

Al sesto classificato di categoria spetteranno:

punti 8

Al settimo classificato di categoria spetteranno:

punti 6

All'ottavo classificato di categoria spetteranno:

punti 4

Al nono classificato di categoria spetteranno:

punti 2

Al decimo classificato di categoria spetteranno:

punti 1
Alla fine del Campionato verranno premiati i tiratori di ciascuna categoria che avranno conseguito i 5 punteggi più alti conteggiando tutte le gare del campionato. I premi saranno assegnati dalla Federazione e dagli sponsor.

PREMI CAMPIONATO

 

 

 

A ciascuno dei Primi classificati di categoria:

1) Titolo di Campione Regionale 2010;

2) Grande Fiasco in Ceramica Artistica di Caltagirone, prodotto dalla CRITAM, con decoro tradizionale personalizzato per il Campionato realizzato dalla DUEDDI s.r.l. di Caltagirone;

3) Week-End in hotel per 2 persone con pernottamento e prima colazione (offerti da MCS Travel - Catania);

4) Pergamena contenente il risultato complessivo conseguito

 

Secondi classificati di categoria:

Cat. Sport: Pressa Classic Lee in ghisa offerta da Paganini; Libro di Storia militare offerto dall'Ass. Italia; Pergamena contenente il risultato complessivo conseguito

Cat. Ex-Ordinanza Mire metalliche: Carabina ad aria compressa di libera vendita (offerta dall'Armeria Full Metal Jacket);  Libro di Storia militare offerto dall'Ass. Italia; Pergamena contenente il risultato complessivo conseguito

Cat. Ex-Ordinanza Sniper: Carabina ad aria compressa di libera vendita (offerta dall'Armeria Full Metal Jacket);  Libro di Storia militare offerto dall'Ass. Italia; Pergamena contenente il risultato complessivo conseguito

 

A ciascuno dei Terzi classificati di categoria: Abbonamento annuale alla rivista Armi MagazineLibro di Storia militare offerto dall'Ass. Italia; Pergamena contenente il risultato complessivo conseguito

 

A ciascuno dei Quarti classificati di categoria: Abbonamento annuale alla rivista Armi MagazinePergamena contenente il risultato complessivo conseguito

 

A ciascuno dei Quinti classificati di categoria: Abbonamento annuale alla rivista Armi MagazinePergamena contenente il risultato complessivo conseguito

 

  

  

 


La F.S.T.S. si riserva la facoltà  di attribuire premi speciali per motivate ragioni

 

5° Trofeo Full Metal Jacket

Al tiratore che avrà conseguito in assoluto il punteggio più alto, ottenuto dalla somma aritmetica dei punti di tutte le categorie disputate, verranno dati in premio un fucile Enfield n.1 MK III offerto dalla Euroarms Italia, un abbonamento annuale alla rivista Armi Magazine ed assegnato il 5° Trofeo Full Metal Jacket con la relativa maglia di “FMJ Top Shooter 2010”

INDIETRO/BACK























Federazione Siciliana Tiro Sportivo

Reg. n. 11 Serie 3° del 5/1/2010

C.F.: 91021360879

i n f o @ f s t s . i t

 "tutti i diritti riservati - FSTS 2010-2016 - Vietata la riproduzione senza consenso scritto della Federazione"