Torna indietro

Campionato Mediterraneo di

Tiro Ex-Ordinanza e Sportivo

Anno 2014 (V edizione)

Trofeo Full Metal Jacket

GARA FEDERALE CAT. C Standard (carabine cal.22 LR) - 12 Ottobre 2014 - BLACK LION - CAVAFUOCO - CASTELVETRANO TP

Armi Magazine; The Circle's Restaurant & Bar Malta; Armeria Full Metal Jacket; Armeria Mangione; Euroarms Italia; Dueddi s.r.l.; R.A. Sport

 

Categoria C Sport Cal. 22 L.R. – Tiro al Tabellone - mt 50 (punteggio massimo 250 +25)

Classif. Cognome e Nome Città Poligono Arma marca/modello Miglior risultato Punti Campionato
1 Iacono Rosario Ispica ArmiSports2 Anschutz MPR64 238,9 50
2 Brancato Gaetano Ravanusa Sniper Club Anschutz 1903 236,4 40
3 Messineo Giovanni Termini Imerse Black Lion Anschutz 1903 234,6 30
4 Giglio Filippo Castelvetrano Black Lion Anschutz 1807 232,2 24
5 Crimi Salvatore Sallemi Black Lion Anschutz 1807 230,5 20
6 Cappello Salvatore Leonardo Sallemi Black Lion Savage Mark II 227,4 16
7 Petta Salvatore Caltagirone San Demetrio Anschutz MPR64 227,0 12
8 Vadalà Alfio Taormina EtnaShootingClub Anschutz MPR64 226,4 8
9 Barresi Antonino Massim. Castelvetrano Black Lion CZ 452 222,4 4
10 Barresi Emanuele Castelvetrano Black Lion CZ 452 185,0 2
11 Militello Giovanni Palermo Black Lion CZ 455 150,0 -
12 Pierino Gaetano Catania EtnaShootingClub Anschutz MPR64 nc -

 

Categoria C Sport Cal.22 L.R. – Sharp Shooter - Prove di rosata a mt 50

Classif. Cognome e Nome Città Poligono Arma marca/modello Miglior risultato Punti Campionato
1 Brancato Gaetano Ravanusa Sniper Club Anschutz 1903 5,40 50
2 Iacono Rosario Ispica ArmiSports2 Anschutz MPR64 10,10 40
3 Giglio Filippo Castelvetrano Black Lion Anschutz 1807 11,50 30
4 Vadalà Alfio Taormina EtnaShootingClub Anschutz MPR64 11,70 24
5 Carbone Giuseppe Catania EtnaShootingClub Anschutz MPR64 11,70 20
6 Petta Salvatore Caltagirone San Demetrio Anschutz MPR64 11,90 16
7 Crimi Salvatore Sallemi Black Lion Anschutz 1807 12,00 12
8 Barresi Emanuele Castelvetrano Black Lion CZ 452 13,80 8
9 Messineo Giovanni Termini Imerse Black Lion Anschutz 1903 15,00 4
10 Barresi Antonino Massim. Castelvetrano Black Lion CZ 452 17,40 2
11 Cappello Salvatore Leonardo Sallemi Black Lion Savage Mark II 20,50 -
12 Militello Giovanni Palermo Black Lion CZ 455 31,60 -
13 Pierino Gaetano Catania EtnaShootingClub Anschutz MPR64 nc -

 

Categoria C Sport Cal.22 L.R. – Prove di solidarietà - mt 50

Classif. Cognome e Nome Città Poligono Arma marca/modello Tirate / colpite Punti Campionato
1 Brancato Gaetano Ravanusa Sniper Club Anschutz 1903 3 / 1 5
2 Iacono Rosario Ispica ArmiSports2 Anschutz MPR64 2 / 1 5
3 Messineo Giovanni Termini Imerse Black Lion Anschutz 1903 2 / 1 5
4 Carbone Giuseppe Catania EtnaShootingClub Anschutz MPR64 1 / 1 5
5 Giglio Filippo Castelvetrano Black Lion Anschutz 1807 1 / 1 5
6 Petta Salvatore Caltagirone San Demetrio Anschutz MPR64 1 / 1 5
7 Militello Giovanni Palermo Black Lion CZ 455 2 / 0 0
8 Crimi Salvatore Sallemi Black Lion Anschutz 1807 1 / 0 0

 

Categoria C Sport Cal.22 L.R. – Bonus (*)

Classif. Cognome e Nome Città Poligono Arma marca/modello Bonus distanza
1 Brancato Gaetano Ravanusa Sniper Club Anschutz 1903 5
2 Iacono Rosario Ispica ArmiSports2 Anschutz MPR64 5
3 Giglio Filippo Castelvetrano Black Lion Anschutz 1807 0
4 Vadalà Alfio Taormina EtnaShootingClub Anschutz MPR64 5
5 Carbone Giuseppe Catania EtnaShootingClub Anschutz MPR64 5
6 Petta Salvatore Caltagirone San Demetrio Anschutz MPR64 5
7 Crimi Salvatore Sallemi Black Lion Anschutz 1807 0
8 Barresi Emanuele Castelvetrano Black Lion CZ 452 0
9 Messineo Giovanni Termini Imerse Black Lion Anschutz 1903 0
10 Barresi Antonino Massim. Castelvetrano Black Lion CZ 452 0
11 Cappello Salvatore Leonardo Sallemi Black Lion Savage Mark II 0
12 Militello Giovanni Palermo Black Lion CZ 455 0
13 Pierino Gaetano Catania EtnaShootingClub Anschutz MPR64 nc

 

TOTALE PUNTI CONQUISTATI CAT. C

N. Ord Cognome e Nome Città Poligono Tabellone Rosata IOM Bonus km Totale
1 Brancato Gaetano Ravanusa Sniper Club 40 50 5 5 100
2 Iacono Rosario Ispica ArmiSports2 50 40 5 5 100
3 Giglio Filippo Castelvetrano Black Lion 24 30 5 - 59
4 Messineo Giovanni Termini Imerse Black Lion 30 4 5 - 39
5 Petta Salvatore Caltagirone San Demetrio 12 16 5 5 38
5 Vadalà Alfio Taormina EtnaShootingClub 8 24 - 5 37
7 Crimi Salvatore Sallemi Black Lion 20 12 - - 32
7 Carbone Giuseppe Catania EtnaShootingClub - 20 5 5 30
9 Cappello Salvatore Leonardo Sallemi Black Lion 16 - - - 16
9 Barresi Emanuele Castelvetrano Black Lion 2 8 - - 10
11 Barresi Antonino Massim. Castelvetrano Black Lion 4 2 - - 6
11 Militello Giovanni Palermo Black Lion - - - - 0
13 Pierino Gaetano Catania EtnaShootingClub - - - - 0

 

(*) Distanze stradali dalle città capoluogo di provincia al poligono Cavafuoco di Castelvetrano (fonte maps.google.com)

Da Castelvetrano a Distanza Bonus
Ragusa km 227 5
Siragusa km 307 5
Catania km 263 5

 

I 2 Campioni 

Con questa ultima gara il Campionato Mediterraneo FSTS del 2014 saluta con l'applauso la Sicilia occidentale che nel poligono di Castelvetrano (TP) ha accentrato l'interesse principale. Accarezzata da una bella giornata, praticamente assente il vento, la struttura di Cavafuoco ha visto i protagonisti della Categoria C del Campionato giocarsi le ultime carte per la Classifica finale all'attacco della forte leadership di Brancato, ma con tutti i 5 migliori piazzamenti ancora in bilico tra progresso e retrocessione di posizioni.
Mentre tutti si complimentavano reciprocamente per le prestazioni effettuate e si scambiavano battute sul piacere di stare insieme divertendosi, la tensione si tagliava con il coltello. Brancato, che deve difendersi dagli aggressivi Iacono e Messineo, parte maluccio: realizza un buon bersaglio al tabellone (233 con 5 mouche) che però non lo soddisfa molto, e poi tira male le due rosate, la migliore delle quali (12,35 mm) lo pone in una inusuale per lui quinta posizione. Nelle rosate infatti in testa si pongono Filippo Giglio (11,50 mm) e subito dopo, a pari misura, Alfio Vadalà e Giuseppe Carbone (11,70 mm) con Vadalà che, avendo realizzato il bersaglio in rosata1 si pone avanti a Carbone che la misura l'ha ottenuta in rosata2. Appena dietro, d'un soffio, Totò Crimi (12,00 mm netti). Poi arriva Rosario Iacono il quale sa che per lui questa è l'ultima chance che gli rimane per recuperare punti su Messineo e Brancato. Parte forte e realizza un Tabellone che segna alla conta del punteggio 234,4 un punto in più di Brancato il quale però sa di non poter lasciare terreno aperto e chiude i cancelli realizzando in gara2 236,4 punti che lo riportano al comando.
Ma la gara non è finita. Brancato sa che il bersaglio al tabellone potrebbe venire superato, ma sa anche che non sarà compito semplice per nessuno. Va perciò in segreteria di gara e decide di rimettere in discussione la propria gara di rosate e si iscrive alla prova di rientro cancellando i parziali in precedenza ottenuti. Iacono, di contro ottiene un'ottima rosata con la misura di 10,10 mm in cui 4 colpi condividono il passaggio dentro il medesimo foro del cartoncino ma un quinto si scosta leggermente tanto da fargli credere di aver rovinato la prova. Proprio mentre Brancato, deciso al "tutto per tutto" taglia le gambe alle speranze dei partecipanti tirando 5 colpi nel bersaglio in cui i due estremi si intersecano tra loro, battendo il suo precedente record ottenuto a Castelvetrano (che era di 5,70 mm) e portandolo a 5,40 mm! Rosario Iacono è secondo e Filippo Giglio terzo. Alfio Vadalà, che aveva assaporato l'odore del podio, ancora una volta lo perde per pochissimo distacco.

Ad onor del vero, la classifica finale mostrerà un elemento impressionante: i concorrenti dal al posto sono raggruppati entro mezzo millimetro (da 11,5 a 12 mm): risultati talmente sorprendenti che ho voluto chiedere la consulenza dell'ingegnere Aldo Palma per avere conferma della corretta valutazione delle rosate :-)  

Ma la gara non è finita, con Rosario Iacono che si guarda intorno: è secondo in rosata davanti a Giovanni Messineo, suo diretto concorrente, il quale nel frattempo col fucile ricevuto in prestito da Brancato (l'autore della spettacolare rosata) si è migliorato realizzando 234 e 6 mouche e portandosi in seconda posizione, e capisce che deve puntare tutto nella gara2 al Tabellone dove la vittoria è ancora nelle sue possibilità.

Sotto gli occhi di tanti osservatori si siede in postazione e nei 10 minuti di gara riesce a ribaltare la situazione realizzando i 238 punti (con coroncina di 9 mouche) che portano Brancato in seconda posizione e Messineo in terza e che gli consegnano la vittoria di gara ed il secondo posto in classifica generale. Ai piedi del podio ancora 2 atleti che hanno effettuato la prova col medesimo fucile e che sono riusciti a superare il muro dei 230 punti: Filippo Giglio (232,2) e Salvatore Crimi (230,5).

La prova IOM è stavolta più benevola per Brancato che rispetto alla gara precedente nella quale dovette tirarla 5 volte, qui la colpirà al terzo tentativo. Messineo e Iacono ci riusciranno al colpo mentre Carbone, Giglio e Petta la centrano con un unico colpo.

Splendida come sempre l'ospitalità riservata ai partecipanti dal presidente dell'ASD Black Lion Francesco Errante Parrino, la cui regia ha consentito lo svolgimento della gara in perfetta sincronia, tanto da consentire completarla in minor tempo rispetto a quello programmato: ho voluto complimentarmi con ciascuno dei suoi collaboratori.
In CLASSIFICA GENERALE Gaetano Brancato raggiunge 543,5 punti e rafforza il suo primato: seppure i numeri non gli diano ancora la certezza matematica della vittoria, con un bagaglio di 99,8 punti di vantaggio sul secondo potrà affrontare la sfida finale che si terrà a Pedalino il 23 novembre vincendo il Campionato anche imbracciando il fucile con la sinistra ;-)
Diversa è la situazione nei posti di rincalzo: Iacono raggiunge Messineo e lo scavalca con 19,7 punti di vantaggio, buoni per rimettere in gioco le sorti della classifica ma troppo pochi, un'inezia, per potere goderseli con tranquillità. Al quarto posto si conferma Petta mentre Giglio si porta al quinto posto superando l'assente Dibennardo. Passi in avanti fanno anche Alfio Vadalà (che dal 12° passa all'11° posto), mentre Totò Crimi guadagna 7 posizioni e Carbone ne guadagna 10
.

Adesso bisognerà aspettare la gara del 9 novembre a Sigonella riservata alle sole categorie ex-ordinanza e quindi la "Sfida dei Campioni" che si terrà a Pedalino il 23 novembre.

Le statistiche di gara:
- 13 iscritti in categoria (cat. C - Sport Standard);

- 46 prove registrate di cui 42 effettivamente disputate (19 tabellone e 23 rosate);

13 Prove di Solidarietà disputate il cui costo di iscrizione è integralmente destinato alla somma raccolta per la ricerca contro le staminali tumorali;

- il maggior numero di mouches colpite da uno stesso atleta in un'unica prova è stato di 9 ottenuto da Rosario Iacono;

- 2 "rientri" oltre le prove di gara tentati da Giovanni Messineo (senza miglioramento) e Gaetano Brancato (che migliora il proprio punteggio vincendo addirittura a gara);

- gli atleti che hanno conquistato più punti in assoluto sono Rosario Iacono e Gaetano Brancato (100 punti ciascuno). 

I miei ringraziamenti vanno indirizzati agli ottimi amici dell'ASD Black Lion di Castelvetrano, a Giuseppe Carbone che ha svolto la funzione di Commissario Federale con funzione di Direzione di Gara, a Filippo Giglio per le foto ed a tutti i partecipanti.

 

Salvo Petta

Foto della gara by Filippo Giglio

 

 

LA PREMIAZIONE

 

IL PODIO DELLA GARA AL TABELLONE

IL PODIO DELLA GARA DI ROSATE

LE TRE MIGLIORI ROSATE

I TRE MIGLIORI TABELLONI

 

 

 

CLASSIFICA GENERALE

Torna indietro